Lontre Irlandesi. Incontri di alcune passeggiate.

 

Non ricordo se abbia mai visto lontre dal vivo prima dei miei vari incontri ravvicinati con le lontre irlandesi, forse in qualche zoo quando ero più giovane, ma non deve essere stata un’esperienza memorabile. C’è chi da casa continua a ripetermi di ritenermi fortunata – perchè sono sempre più rare – e so di esserlo, soprattutto quando sono e rimangono ad una certa distanza!

 

A dire il vero, infatti, la mia prima esperienza con una lontra la vorrei ripetere, ma ve la racconto, perchè insolita ed indimenticabile. Alcuni amici si ricorderanno che nei primi mesi del mio ritorno in Irlanda, vivevo in una zona di Dungarvan isolata, silenziosa e… piuttosto incantevole. Vicino a casa c’era un giardino decorato con statue, laghetti, panchine e vari angoli misteriosi.
Così, in un pomeriggio uggioso, camminando sul bordo del laghetto artificiale, sentì all’improvviso un rumore salire dall’acqua. Mi ero immaginata fosse un grosso pesce che avesse tentato di saltar fuori, ma pochi secondi dopo mi dovetti ricredere: dall’altra parte dello stagno, vidi emergere una specie di lungo gatto scuro, dal pelo fradicio e corto.

 

“Una lontra!” la mia mente mi metteva in allerta e mi ricordava i consigli della gente locale di girare per la campagna.. sempre con un bastone. “Le lontre – dicevano – infatti, possono mordere, morderti le caviglie. Meglio difendersi!”. Poi col tempo ho scoperto che questo non è nient’altro che una diceria che lascia il tempo che trova.

 

Quel giorno però, convinta che fossi in pericolo, ho lasciato il mio caro giardino segreto guardandomi alle spalle, e proprio lì, mentre chiudevo un piccolo cancello di ferro battuto, la mia amichetta mi guardava inseguendomi intimidita. Molto probabilmente la mia paura era infondata, ma allora quel animaletto non era per niente carino ai miei occhi, e alla mia pelle.

 

Il mio secondo incontro è stato un venerdì, diversi mesi più tardi, in seguito al mio trasloco. Dopo una giornata lavorativa ero andata a fare una passeggiata in centro per rilassarmi un po’. Ero seduta su una panchina in riva al mare, al porto, e con la stanchezza di fine settimana stavo fissando l’acqua. Ad un certo punto, inaspettatamente compare lei e nel frattempo noto che c’è una coppia che come me si sta godendo il pomeriggio… e anche loro fissano l’acqua. Penso: “Sicuramente hanno visto la lontra anche loro!”. Si avvicinano e glielo chiedo, ma per mia sorpresa e tristezza, lui non mi crede. La moglie cerca con gli occhi con la speranza di vedere la stessa cosa che ho visto io, ma il marito cerca di convincermi che fosse un pesce o quant’altro…

 

Sempre passeggiando a Dungarvan, ne ho poi viste altre, non troppo di frequente, ma a volte anche in coppia! L’ultimo incontro è stato piuttosto spettacolare. È successo qualche settimana fa, precisamente la mattina del 21 febbraio. Mi sono svegliata e prima di permettere ai miei pensieri di convincermi che non era il caso, mi sono vestita e andata a fare una passeggiata per ammirare il mare all’alba. Era molto presto. Ho attraversato tutta la cittadina in linea retta, la meta era il mare. Arrivo, mi sporgo, ed esattamente di fronte a me… una lontra! Fossi arrivata qualche secondo dopo… non l’avrei sicuramente incontrata. Nuotava pacifica verso una direzione che solo lei conosceva, e io da lì l’ho seguita per un po’ con lo sguardo e anche con i miei passi, notando come fosse piccola in una distesa di acqua immensa …che con le sue onde, le chiedeva sempre più forza per spostarsi. C’erano anche i gabbiani sopra di lei, che forse si avvicinavano – un po’ come me – chiedendosi di che razza di animale si trattasse!

 

I vari incontri con le mie amiche mi hanno dato diverse lezioni di vita. Innanzitutto quella volta nel giardino incantato ha confermato che la prima impressione è sempre quella che conta: se avessi avuto un approccio più gentile e meno tetro, forse oggi la lontra potrebbe essere anche il mio animale preferito, ma non lo è. L’incontro al porto mi ha insegnato che puoi anche vedere con i tuoi occhi cose vere e reali, ma è pur sempre libertà e responsabilità degli altri crederti o meno. E infine grazie alle lontre d’Irlanda imparo sempre più il tempismo perfetto. Possiamo tenere gli occhi il più possibile aperti e stare nella natura e di fronte al mare quanto vogliamo, ma c’è Qualcuno di più grande e potente che decide quando devono succedere le cose, gli incontri, le nascite di momenti belli, e gli avvistamenti di lontre irlandesi!

 

 

Scopri i corsiContattami per info

Iscriviti alla newsletter

Enjoyfull

Se desideri imparare o migliorare il tuo inglese in un contesto stimolante e rilassato, se vuoi viaggiare e mettere in pratica le tue conoscenze linguistiche in totale sicurezza esplorando posti unici al mondo ed entrando in contatto con tradizioni e stili di vita diversi, se stai cercando delle soluzioni progettate apposta per il tuo caso… sei nel posto giusto!

Privacy and cookies